La Norimberga degli dei
Chiesa Egidien Norimberga
La Norimberga degli dei
ALLA RICERCA DELLE DIVINITÀ ANTICHE ATTRAVERSO LE VIE DEL CENTRO STORICO

Prenditi il tempo per una passegiata bellissima a Norimberga. I parchi e le aree verdi ti invitano.

1

Uscendo dall'Hotel Victoria tenere la sinistra in direzione San Lorenzo e dopo ca. 500 metri guardando in alto sulla destra, vedrete sul frontone della casa al civico 61 un Mercurio dai piè alati in equilibrio sulle punte.

2

Pochi passi più avanti, già zona pedonale, possiamo ammirare Fortuna e Noris, personificazione di Norimberga, con lo stemma della città tra le mani, sulla facciata.

3

Sull'angolo dell'edificio, di fronte alla Chiesa di San Lorenzo scopriamo l'Atto di Igea, la protettrice dei farmacisti.

4

Proseguiamo e a sinistra della chiesa troviamo la Tugendbrunnen, Fontana delle virtù, in stile manierista, in cui sono presenti otto figure femminili che rappresentano la giustizia e le virtù.

5

La tappa successiva è in Peter-Vischer-Straße, dove incontriamo ancora Mercurio, in una versione più moderna, ma riconoscibile da bastone e elmo. Seguiamo la strada in direzione nord, attraversiamo il Pegnitz e giriamo a destra verso Insel Schütt.

6

Dopo aver attraversato nuovamente il fiume, vediamo l'Herrenschützhaus, che sull'arco della porta reca la testa di Medusa la Gorgone.

7

Ora camminiamo lungo Grübelstraße e Landauerstraße per poi salire fino al bel castello Tucherschlösschen, nella cui sala delle feste si trovano Venere, Marte, Cerere, Giove e Ercole. Ed è proprio nella Hirsvogelsaal, che è stata ricostruita, che possiamo vedere uno dei primi dipinti illusionistici su soffitto (La caduta di Fetonte di Georg Pencz) eseguiti a nord delle Alpi.

8

Scendiamo un po' verso la Theresienplatz e scopriamo ai piedi di Martin Behaim la personificazione della Scienza e del Commercio, come si può desumere dal libro e dalla carta del cielo, così come dall'ancora e dalla cornucopia.

9

Proseguendo lungo Theresienstraße, giriamo a destra in Burgstraße e raggiungiamo il museo Fembohaus, sulla cui notevole facciata in stile manierista Fortuna sta in equilibrio su di una sfera.

10

Svoltando verso l'Hauptmarkt, la piazza del mercato, in pochi passi ci si trova davanti al municipio, il cui portale rinascimentale è decorato dalle rappresentazioni dei quattro imperi (quelli di Nino, Ciro, Giulio Cesare e Alessandro Magno) e da Giustizia e Prudenza.

11

Dal municipio si proceda verso Maxplatz, nel cui centro spicca la Fontana di Tritone, opera del 1667 di Bernini.

12

E per i buoni camminatori si consiglia anche una capatina al parco Hallerwiese.

Si può fare un salto anche ai Giardini storici di Norimberga, ai Giardini delle Esperidi e al Giardino barocco, in Johannisstraße.

13

Il nome deriva dalla mitologia greca: le Esperidi, le figlie di Espero e di Atlante, avevano il compito di custodire l'albero di agrumi di proprietà degli dei.

Per quanto riguarda la via del ritorno, si può decidere di attraversare il centro storico, se si vuole un percorso semplice e diretto, oppure di percorrere le vie dello shopping di Norimberga....a voi la scelta!

14

Ancora una volta la nostra attenzione volge verso il tema della nostra passeggiata quando ci troviamo alla fine dell'edificio del Germanisches Nationalmuseum, il Museo nazionale germanico, e ci imbattiamo in un Ganimede che guarda al cielo, tra Kornmarkt e Klaragasse.

15

Per finire il nostro itinerario, visitiamo Richard-Wagner-Platz con il Teatro dell'Opera di Norimberga, sulla cui facciata possiamo riconoscere figure della mitologia germanica. Il portone è decorato a destra e a sinistra da Freya e Hel.

Torniamo indietro lungo le mura della città in direzione della stazione ferroviaria e, passando per l'Handwerkerhof, arriviamo direttamente all'entrata dell'Hotel Victoria.

InsidertippTorri San Lorenzo
Il posto unico di Jana

Impressioni

Mercurio NorimbergaMercurio Norimberga
Fortuna e Noris NorimbergaFortuna e Noris
Tucherschloss NorimbergaTucherschloss
Tugendbrunnen Brunnen Tugendbrunnen

Durata del percorso: ca. 4h